fbpx
 

Il palissandro: un legno pregiato adatto a tutta la casa

palissandro

Il palissandro: un legno pregiato adatto a tutta la casa

Il palissandro è un legname molto pregiato, appartenente al genere Dalbergia. Usato in ebanisteria già nel ‘700, era molto diffuso sia in Francia – con il nome di Bois de Violette – sia in Inghilterra (Rosewood). Veniva importato dalle colonie oltreoceano: Africa, Madagascar, Brasile, India e Giava. In Italia era famoso per la produzione di cassettoni decorati dal tradizionale motivo genovese “a quadrifoglio”.

Protetto in numerose aree del pianeta, questo legno è a rischio di estinzione, motivo per cui deve essere certificato e provenire da filiera tracciata. Dal palissandro si estrae un olio essenziale dal tipico aroma di rosa (da cui è tratto il suo nome inglese), che costituisce uno degli ingredienti principali del famoso profumo Chanel N°5.

Caratteristiche del palissandro

Il legname solitamente si presenta duro, pesante, di porosità abbastanza elevata e di colore marrone (variabile anche tra piante della stessa specie) con striature nerastre. Si caratterizza per un odore dolciastro molto persistente. Possiede alta resistenza a compressione e flessione, buona durabilità, bassa elasticità ed elevata stabilità.  A seconda della provenienza, può presentare tonalità differenti: alburno giallastro e durame bruno-nerastro, alburno biancastro e durame bruno o violetto porporino, durame roseo-bruno o porporino violetto.

Anche la tessitura è variabile: da fitta a diradata, con fibratura diritta o raramente incrociata. La sua capacità di assorbire l’umidità è bassa, e non ha predisposizione a modificarsi col variare della temperatura. Non offre difficoltà di essicazione o stagionatura, che però va eseguita lentamente, poiché il legno tende a fendersi. Per lo stesso motivo, lavorazione e taglio non sono di semplice esecuzione; anche se adatto a tornitura e intarsio, il palissandro si scheggia con facilità.

Previa un’accurata preparazione delle con stucco turapori, il palissandro si presta ad un’eccellente lucidatura a ceralacca. Assemblaggio e incollaggio possono essere resi difficoltosi a causa della oleosità delle superfici del legno.

Gli arredi su misura di Teak71

Il palissandro si presta molto bene a essere tagliato in fogli (lastrone e piallaccio) e usato per rivestire mobili dall’aspetto elegante e raffinato. Infatti, è uno dei legnami più utilizzati in questo ambito. Spesso gli arredi in palissandro sono decorati con bronzi dorati: il colore caldo dell’oro è esaltato dal contrasto con la tonalità scura del legno.  Pur richiamando le origini esotiche, il palissandro è ideale anche per soluzioni contemporanee, che coniugano il fascino orientale ad un design attuale.

Particolarmente adatto a soggiorni e sale da pranzo, questo legno è impiegato per realizzare gli arredi più disparati: tavoli, cassettiere, credenze, mobiletti per la TV, librerie. Anche in camera da letto, è possibile donare un’atmosfera intima e suggestiva grazie ad armadi e comodini in palissandro, specie in versione intarsiata. Infine, sebbene le ultime tendenze vogliano per il bagno arredamenti in toni naturali e chiari, un mobile in legno scuro è splendidamente abbinabile a rivestimenti in colori pastello o a carte da parati floreali, molto in voga quest’anno.

Qualunque sia il vostro stile, il palissandro sarà ideale sia per gli ambienti residenziali, sia per quelli del settore retail o hospitality. Il suo pregio, infatti, regala lusso senza risultare eccessivo. In Teak71 questo legno è tra i più utilizzati nella creazione di arredi su misura per abitazioni, punti vendita e strutture ricettive, con progetti personalizzati ed esclusivi che rendono ogni realizzazione unica e diversa da qualsiasi altra.

Se volete conoscere di più sul mondo di Teak71, visitate il nostro portfolio e il nostro blog. Oppure, contattateci per individuare con noi le soluzioni più idonee alle vostre peculiari esigenze!